- Galleria d'Arte La Riva

Vai ai contenuti

Menu principale:

______________________________________________________________________________________________________________________________________

Riccardo Licata - Biografia

Riccardo Licata è nato a Torino nel 1929. Trascorre l’infanzia a Parigi, e poi a Roma per rimanervi fino al 1945. Dal 1946 Licata si trasferisce nella città di Venezia, dove studia all’Accademia delle Belle Arti. Diventa assistente di Gino Severini all’Ecole d’Art Italienne di Parigi. Dal 1961 è professore di mosaico all’Ecole Nationale de Paris. Nel 1969 riceve anche l’incarico di professore di Arti Plastice alla Sorbonne, professore d’incisione all’Ecole Americaine d’Architecture de Fontainebleu. Nel 1963 vince il Premio Michetti. Tra gli anni ’60 e ’70 espone in diverse città del mondo.  Ha lavorato anche in campo teatrale, realizzando scene e costumi. La sua prima mostra personale si svolge a Venezia nel 1951, la prima di 300 personali in 35 Nazioni. Espone alla Biennale di Venezia, alla Biennale di San Paolo del Brasile, di Tokyo, di Parigi, di Lubiana, di Alessandria d’Egitto e alle Quadriennali di Roma. Negli ultimi anni della sua attività ha realizzato opere significative e presieduto mostre di grande importanza nazionale ed internazionale. La gran parte delle sue opere è ispirata al poema ‘’Rime, di Curzio Gonzaga’’. Le opere di Riccardo Licata si trovano nei musei di New York, Stoccolma, Parigi, Firenze, Milano e tanti altri. La storia personale di Licata è una storia contrassegnata dai viaggi, dalle contaminazioni, dalla ricerca. E la sua opera ne è testimonianza più forte. Licata è riuscito a costruire un linguaggio unico e personalissimo, capace di sintetizzare gli elementi della tradizione classica mediterranea e bizantina con alcuni tratti delle culture del nord europeo, e rimodularli attraverso le pulsioni provenienti dalle avanguardie storiche del Dopoguerra come Spazialismo e Espressionismo astratto. Riccardo Licata è un’artista di talento, interprete dell’anima mediterranea, delle inquietudini, delle sfide e delle risorse dell’arte europea della seconda metà del Novecento.

Opere uniche

______________________________________________________________________________________________________________________________________

 
Torna ai contenuti | Torna al menu