- Galleria d'Arte La Riva

Vai ai contenuti

Menu principale:

______________________________________________________________________________________________________________________________________

Michelangelo Pistoletto - Biografia

Michelangelo Pistoletto nasce a Biella nel 1933. Inizia a dipingere concentrandosi sul tema dell’autoritratto. Dopo gli anni Cinquanta la sua ricerca evolve verso una nuova figurazione, che gli permette di esprimere il senso di alienazione dell’uomo contemporaneo, incapace di rapportarsi con la realtà esterna: utilizza vernici metalliche nere, d’argento e d’oro, sfondi uniformi, che nel ’61 diventano neri – riflettenti. Esordisce nel 1960, anno della sua prima personale. Nel 1962 espone la sua prima opera riflettente realizzata con un riporto fotografico su lastra di acciaio inox lucidata a specchio, così da riflettere la realtà circostante. Lo specchio innesca una complicità fra l’autore e lo spettatore e gli consente di esprimere da un lato il senso di doppiezza della realtà, dall’altro la possibilità transitoria ed effimera del visitatore di entrare in contatto con l’opera, fino ad esserne parte, attraverso il proprio rispecchiamento, insieme allo spazio circostante e alla dimensione temporale, poiché lo specchio cattura il movimento dello spettatore. Pistoletto lascia che la pittura, la fotografia, la scultura e il teatro interferiscano e trovino possibili relazioni: come lo specchio, l’arte deve rimanere un luogo infinito dove tutto si transita e si consuma. Nel 1963 partecipa alla mostra ‘’Dessins Pop’’ a Parigi e da quel momento espone nella più importanti rassegne internazionali dedicate alla Pop Art e al Nouveau Realisme. Nel 1964 espone per la prima volta a New York. Seguono mostre in tutto il mondo. Realizza una serie di sculture dall’anatomia frammentaria e provocatoriamente monumentale. Dal 1991 al 1999 è professore all’Accademia delle Belle Arti di Vienna e nel contempo avvia a Biella il centro multiculturale  e plurisettoriale Città dell’Arte – Fondazione Pistoletto. Nel 2002 riceve dalla Presidenza della Repubblica  il diploma di Benemerito della Cultura e dell’Arte; nel 2003 è insignito del Leone d’Oro alla carriera alla 50° Biennale di Venezia.

Multipli

______________________________________________________________________________________________________________________________________

 
Torna ai contenuti | Torna al menu